La cerimonia dell’hennè

L’henné (Lawsonia inermis) è un arbusto spinoso della famiglia delle Litracee e può raggiungere i 6 metri di altezza.

image

Deriva dal termine ebraico “Hen” che vuol dire “trovare grazia”.

Una volta ridotto in polvere viene utilizzato sui capelli ed il corpo per le sue qualità nutrienti durante l’hammam.

image

Nella tradizione musulmana ha anche un significato simbolico molto importante. Viene infatti impiegato durante i matrimoni per dei tatuaggi effimeri (che durano in media un mese) sulle mani e i piedi della sposa per portare fortuna, fecondità e per rappresentare la sensualità.

image

In realtà questa è una tradizione ancestrale utilizzata da arabi, turchi e anche ebrei.

Come si svolge la cerimonia?

La cerimonia dell’henné (o Henà in maghreb) si svolge la sera a casa della famiglia della futura sposa e unicamente fra donne.
La tradizione vuole che questa cerimonia si svolga una settimana prima del matrimonio religioso ma, sempre più spesso, viene fatta il venerdì sera, alla vigilia del matrimonio.

La futura sposa arriva nella stanza preposta alla cerimonia (in genere il salone marocchino della casa parentale) solo una volta arrivati gli invitati, viene fatta sedere su sontuosi cuscini ricamati e ha il volto coperto da un velo in seta.
La sposa e tutte le donne sono vestite in kaftan, abito tradizionale per le cerimonie.

image

Una volta seduta vengono messi ai suoi piedi tutti i doni offerti dalla famiglia del marito in dei grandi contenitori che si utilizzano in questa occasione.

image

Alla cerimonia possono assistere anche le donne della famiglia dello sposo che si rendono alla cerimonia con regali offerti dallo sposo come gioielli, orologi, tessuti ma anche… zucchero (in genere in blocchi a forma di piramide), uova e una moneta da un centesimo.
Lo zucchero per rappresentare la gioia, le uova il cambiamento di vita della sposa e il centesimo la prosperità.
(Un pò come nei matrimoni italiani: una cosa nuova, una vecchia, una prestata e una blu…)
A fianco della sposa vengono accese due candele e, quando queste sono consumate, la futura sposa comincia a farsi tatuare.
Una volta tatuata la sposa grazie alle cure della nekacha (sono donne esperte in tatuaggi all’henné), anche le altre donne presenti alla cerimonia possono tatuarsi in segno di fortuna e prosperità.
Tuttavia la nekecha dovrà assicurarsi che la sposa abbia il tatuaggio più bello di tutte le donne presenti alla cerimonia.
Per fare ciò utilizzerà la polvere di henné mischiata con l’essenza di eucalipto e l’acqua di fiori d’arancio.

A questo punto comincia la festa con youyous (gridi di gioia acuti e modulati prodotti dalle donne) per portare fortuna alla sposa, si distribuisce un piccolo rinfresco e si danza… fino all’alba!

Durante questa cerimonia, la donna passa da fidanzata a sposa. Le sue mani sono tatuate e quindi nessuno può più chiederla in sposa (domandare la sua mano).

Ora è suo marito che dovrà “renderle grazie” …per sempre.

Questo è il mio ultimo tatuaggio all’henné…

image

NB attenzione, qualora voleste fare un tatuaggio all’henné utilizzate solo henné 100% naturale. Sempre più spesso infatti vengono aggiunti dei prodotti chimici e coloranti che provocano gravi allergie.
Il tatuaggio all’henné naturale rimane di colore arancione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...